Da non perdere

Il superbonus lavoro è un’invenzione giornalistica

Il superbonus lavoro è una sorta di invenzione giornalistica...

La politica fiscale non funziona con i bonus

La politica fiscale del Governo sembra andare avanti a colpi...

La politica italiana alla prova delle riforme

La politica italiana dovrebbe finalmente decidere come affrontare il...

“Incidente del Pallone”: La criticità dei rapporti tra Cina e Usa

Un incidente, molto probabilmente casuale, rischia di diventare un caso diplomatico di proporzioni catastrofiche, "l'incidente del pallone" getta luce sulla criticità del rapporto tra Cina e Stati Uniti d'America; una relazione diplomatica dovessi attende solo un passo falso della controparte per avviare un processo di recriminazione senza fine

Nuove tensioni investono i già burrascosi rapporti tra USA e Cina, in seguito alle dichiarazioni di alcuni funzionari statunitensi, i quali avrebbero riportato il ritrovamento di un pallone di sorveglianza cinese mentre sorvolava gli Stati Uniti; il ritrovamento del dispositivo ha quindi causato un incidente diplomatico di proporzioni potenzialmente significative.

La reazione degli USA all’incidente diplomatico

La prima reazione pubblica “all’incidente” sarebbe arrivata dal Segretario di Stato Antony Blinken, il quale senza particolare scalpore avrebbe annunciato la cancellazione di un incontro bilaterale tra i due paesi: “Diplomaticamente e per ragioni di politica interna, sarebbe stato impossibile procedere con una visita programmata in Cina nei prossimi giorni”.

Lo scivolone della Cina arriva in un momento storico estremamente delicato, è noto infatti che l’amministrazione Biden starebbe tentando di cucire exnovo un rapporto più sano con Pechino, sforando i toni storicamente aspri che hanno caratterizzato le relazioni USA-Cina.

La Cina fa meaculpa sull’accaduto

Ciò che realmente ha creato scalpore nella comunità internazionale sarebbe l’inaspettata e inedita ammissione di colpa cinese, da Pechino infatti arriva un tentativo maldestro di scuse rivolte a Washington; Pechino avrebbe descritto l’incidente come un “ingresso involontario” di quello che sarebbe stato definito un dirigibile meteorologico civile nello spazio aereo statunitense.

Gli alti funzionari cinesi hanno poi tentato di rassicurare la contro parte americana sull’intenzione di Pechino a non rendere l’incidente un pretesto per un’inasprimento delle relazione tra i due paesi, rilasciando alcune dichiarazioni in merito:“La parte cinese continuerà a comunicare con la parte statunitense e gestirà adeguatamente questa situazione inaspettata causata da forza maggiore”, ha dichiarato il ministero degli Esteri di Pechino in una nota.

L’impossibilità di un incontro bilaterale nell’immediato

La chiave per il risanamento dei rapporti tra Cina e USA si trova nel chiarimento di alcuni punti cardine che accomunano gli interessi di entrambi i Paesi, come la tensione economiche crescente tra le due superpotenze, o la questione di Taiwan; indubbiamente se Blinken avesse tenuto fede all’incontro previsto con l’omologo cinese, la discussione si sarebbe focalizzata quasi sicuramente sull’incidente del “pallone“.

Negli USA inoltre i Repubblicani si dichiarano pronti alla guerra contro l’amministrazione Biden, accusata già da qualche tempo di essere troppo accondiscendete con Pechino, associando i toni eccessivamente morbidi del Governo come una dimostrazione di debolezza pericolosa.

La politica interna sia a Washington che a Pechino gioca un ruolo importante nella definizione di quella che viene spesso descritta come la relazione diplomatica più cruciale del mondo.

L’analisi dell’incidente del “pallone”

Il Pentagono afferma di aver seguito il pallone delle dimensioni di tre autobus, secondo un funzionario della difesa, per diversi giorni, ma ha deciso di non abbatterlo. Avrebbe stabilito che il pallone, volando ben al di sopra delle rotte aeree commerciali e militari, non rappresentasse una grande minaccia per l’intelligence.

 

Traiettoria del "Pallone" Cinese
Traiettoria del “Pallone” Cinese

Questa, in effetti, parrebbe una posizione ragionevole poiché è noto che i satelliti di sorveglianza cinesi, con una capacità di spionaggio molto maggiore, già si librino nello spazio sopra gli Stati Uniti. I funzionari del pentagono avrebbero però dichiarato che non sarebbe la prima volta che gli Stati Uniti avrebbero rintracciato uno dei palloni di Pechino durante questa o le precedenti amministrazioni.

Ovviamente nessuno parla di situazioni del calibro di DEFCON-1, ma il pallone offre uno sguardo perfetto su uno dei fattori più distruttivi che spingono Stati Uniti e Cina allo scontro. La condizione della relazione geopolitica più critica del mondo è così tesa in entrambi i paesi che qualsiasi incidente può innescare un nuovo ciclo di recriminazioni; proprio uno dei motivi per cui Blinken si sarebbe dovuto recare a Pechino.

Le tensioni interne al Congresso Americano

I repubblicani, sempre sul piede di Guerra con Biden, non hanno mancato di etichettare il Presidente come succube di Pechino, sebbene i fatti dimostrino che l’atteggiamento di Joe Biden si possa definire continuativo a quello dell’ex presidente Donald Trump. Ora però i repubblicani hanno trasformato l’incidente in una questione di principio, descrivendo l’accaduto come una violazione della sovranità degli Stati Uniti.

“Le informazioni suggeriscono fortemente che il Dipartimento della Difesa non ha agito con urgenza nel rispondere a questa incursione nello spazio aereo da parte di un pallone di sorveglianza ad alta quota. Nessuna incursione dovrebbe essere ignorata e dovrebbe essere gestita in modo appropriato “, ha affermato il senatore del Mississippi Roger Wicker, il massimo repubblicano nel comitato per i servizi armati del Senato.

Il portavoce repubblicano della Camera Kevin McCarthy, avrebbe immediatamente comunicato l’intenzione di visitare Taiwan nell’immediato futuro, garantendosi così di inimicare gli organ diplomatici cinesi; convocando successivamente un briefing sul “pallone” per i leader del Congresso.

La reazione a freddo della Cina

Pechino sin da subito ha tenuto a precisare la competa estraneità del Governo nei fatti, una volta calmatesi le acque tuttavia il Ministero degli Esteri cinese avrebbe dichiarato che sebbene Pechino sia rammaricata per l’incidente, non lascerà che si avvii un processo “speculazione deliberata” contro la Cina, ammonendo chiunque tenti di sfuruttare l’accaduto sull’irreprensibilità del Governo a riguardo.

“La Cina è un Paese responsabile, agiamo in conformità con il diritto internazionale, non abbiamo intenzione di violare lo spazio aereo di altri paesi… Speriamo che le parti interessate gestiscano la questione con calma”, ha detto il portavoce del Ministero degli Esteri cinese Mao Ning.

Articoli Recenti

Il superbonus lavoro è un’invenzione giornalistica

Il superbonus lavoro è una sorta di invenzione giornalistica...

La politica fiscale non funziona con i bonus

La politica fiscale del Governo sembra andare avanti a colpi...

La politica italiana alla prova delle riforme

La politica italiana dovrebbe finalmente decidere come affrontare il...

Germania e Israele: Storico accordo per lo scudo missilistico dal valore di 3,5 mld

Il ministro della Difesa tedesco Boris Pistorius e il...

Arabia Saudita e Israele: a pochi passi da un accordo di normalizzazione tra i due paesi

Durano ormai da mesi i tentativi di Arabia Saudita...

Russia: confermata la visita del leader nordcoreano Kim Jong Un a Mosca

Fonti ufficiali del Cremlino confermano che la visita sarebbe...

Proteste a Sweida: Il Popolo siriano, portato allo stremo, ripudia al-Assad

Le proteste continuano per una seconda settimana a Sweida,...

Il BRICS espande i propri confini ammettendo 8 nuovi membri

Il gruppo che comprende cinque principali economie emergenti: Cina,...

Guerra in Ucraina: rischio di escalation in seguito all’invio di armamenti francesi a Kyiv

Le azioni della Francia contribuiscono alla "escalation" nella guerra...

Newsletter

Meteo

Roma
cielo sereno
25 ° C
27.1 °
22.4 °
49 %
2.1kmh
0 %
Mar
35 °
Mer
37 °
Gio
37 °
Ven
37 °
Sab
35 °

Altri Articoli

Il superbonus lavoro è un’invenzione giornalistica

Il superbonus lavoro è una sorta di invenzione giornalistica interessante e in un certo senso simile al bonus benzina di qualche settimana fa. La norma...

La politica fiscale non funziona con i bonus

La politica fiscale del Governo sembra andare avanti a colpi di bonus. Certamente mancano le risorse, ma forse anche la visione di insieme. Oggi sono stati...

La politica italiana alla prova delle riforme

La politica italiana dovrebbe finalmente decidere come affrontare il tema delle riforme, mai più che oggi urge una necessaria riforma del fisco, del lavoro...