Da non perdere

La politica italiana alla prova delle riforme

La politica italiana dovrebbe finalmente decidere come affrontare il...

Germania e Israele: Storico accordo per lo scudo missilistico dal valore di 3,5 mld

Il ministro della Difesa tedesco Boris Pistorius e il...

Arabia Saudita e Israele: a pochi passi da un accordo di normalizzazione tra i due paesi

Durano ormai da mesi i tentativi di Arabia Saudita...

FC Barcellona, il mito catalano

 

Il club blaugrana è una delle società più titolate e famose al mondo. La squadra è conosciuta per aver rivoluzionato il calcio con la filosofia tattica del Tiki-Taka. Gioca al Camp Nou, uno dei templi del calcio mondiale.

Il Barcellona fu fondato nel 1899 come simbolo della cultura catalana, motivo per cui tutti i cittadini venerano la squadra, considerata l’emblema della città. Da qui il motto Mes que un club, che in catalano significa “molto più che un club”, a dimostrazione del fatto che la società sportiva non è vista solo come una semplice squadra di calcio, ma come una vera e propria identità sociale.  

Il Futbol Club Barcelona, meglio noto come Barcellona, costituisce il più grande esempio di azionariato popolare nel mondo. Con più di 220 mila iscritti, il club è gestito direttamente dai soci, che partecipano attivamente alla vita sociale. Non tutti aderiscono per motivi di fede calcistica, ma anche perché essere del Barca significa fare propria un’ideologia ed essere parte integrante di un’istituzione, quella della Catalogna.  

Pochissimi club in tutto il mondo hanno vinto così tanti titoli: la squadra blaugrana ha una bacheca ricca di trofei. È il Barcellona di Pep Guardiola a scrivere una delle pagine più importanti del calcio mondiale. Alla prima stagione blaugrana, il tecnico porta a casa il Triplete, dando vita ad una delle più importanti rivoluzioni del calcio moderno.

Sono tanti i campioni che hanno indossato la maglia catalana, lasciando un segno indelebile nella storia del club. L’uomo che più di tutti ha fatto sognare i tifosi blaugrana è stato il fenomeno argentino Lionel Messi, uno dei migliori giocatori della storia del calcio. 

FC Barcellona: quanti titoli ha vinto il club? 

Il Barcellona è una delle squadre più amate e seguite al mondo, grazie all’impressionante numero di trofei che compongono il palmarès del club. La squadra blaugrana ha primeggiato in quasi tutte le competizioni in cui ha gareggiato, macinando record su record. Per esempio, nel 2009 è stata la prima squadra spagnola a vincere quello che in gergo si chiama Triplete. 

La bacheca titoli del club è una delle più importanti al mondo, poiché contiene svariati campionati spagnoli e molte Champions League. Il Palmarès del Barcellona è costituito dai seguenti trofei:

  • 5 Champions League e 3 Coppe del mondo per club;
  • 4 Coppe delle coppe e 5 Supercoppe europee;
  • 26 Campionati spagnoli, 31 Coppe del Re e 13 Supercoppe di Spagna.

 

Oltre ad avere una storia calcistica ricca di soddisfazioni, l’FC Barcelona, è una delle poche squadre della Liga spagnola mai retrocesse, insieme ad Athletic Bilbao e Real Madrid. I colori della divisa sono il blu e il granata: per questo è colloquialmente conosciuta come blaugrana. 

La squadra è la protagonista di una delle partite più attese dell’anno: Real Madrid contro Barcellona. Il Clasico è calcio, per l’inestimabile qualità dei giocatori delle due squadre. È una sfida apertissima, in cui il Barcellona ha trionfato 96 volte nel corso della storia. 

FC Barcellona: la filosofia del Tiki-Taka

 Il Barcellona di Pep Guardiola è stata una squadra dominante, che ha rivoluzionato il mondo del calcio imponendo la filosofia tattica del Tiki-Taka. Questo stile di gioco si basa su un possesso palla orizzontale, continuo e quasi estenuante. Attraverso una rete costante di passaggi corti, la squadra aveva sempre in mano il pallino del gioco, creava moltissime occasioni ma soprattutto, sfiniva gli avversari.

Gli uomini di Guardiola difficilmente andavano alla conclusione dalla distanza e perdevano pochi palloni sulla trequarti avversaria. Inoltre, il pressing costante ed una linea difensiva molto alta, garantivano un recupero immediato del pallone una volta perso. Questa nuova mentalità tattica, di cui Pep Guardiola è l’ideatore, ha di fatto rivoluzionato il calcio moderno.

La filosofia del Tiki-Taka era perfetta per le caratteristiche dei giocatori di quel Barcellona, dotati di immensa qualità tecnica e visione di gioco. Xavi e Iniesta erano i centrocampisti ideali per interpretare quel ruolo. Dettavano egregiamente i tempi di gioco e, con smisurata facilità, mettevano i compagni sotto porta.  A coronare questa filosofia di gioco era Lionel Messi, l’argentino di Rosario, uno dei giocatori più forti nella storia del calcio mondiale. 

Il Barcellona del Tiki-Taka di Guardiola è stata una delle squadre più forti di sempre. In soli 5 anni, il tecnico blaugrana ha collezionato ben 14 titoli, tra cui 2 Champions League, 2 Coppe del mondo per club, 2 Campionati e altrettante Coppe di Spagna. Questa raffica di vittorie lo ha reso uno degli allenatori più vincenti e ricercati del pianeta.

Nel giro di pochi anni, la filosofia tattica del Barcellona di Guardiola si diffuse in tutto il mondo, fino a diventare un vero e proprio stile di gioco presente in tutte le competizioni.  

 

Articoli Recenti

La politica italiana alla prova delle riforme

La politica italiana dovrebbe finalmente decidere come affrontare il...

Germania e Israele: Storico accordo per lo scudo missilistico dal valore di 3,5 mld

Il ministro della Difesa tedesco Boris Pistorius e il...

Arabia Saudita e Israele: a pochi passi da un accordo di normalizzazione tra i due paesi

Durano ormai da mesi i tentativi di Arabia Saudita...

Russia: confermata la visita del leader nordcoreano Kim Jong Un a Mosca

Fonti ufficiali del Cremlino confermano che la visita sarebbe...

Proteste a Sweida: Il Popolo siriano, portato allo stremo, ripudia al-Assad

Le proteste continuano per una seconda settimana a Sweida,...

Il BRICS espande i propri confini ammettendo 8 nuovi membri

Il gruppo che comprende cinque principali economie emergenti: Cina,...

Guerra in Ucraina: rischio di escalation in seguito all’invio di armamenti francesi a Kyiv

Le azioni della Francia contribuiscono alla "escalation" nella guerra...

La “Triade Nucleare” in Cina è realtà, ma i dissidenti si nascondono tra i massimi vertici di Pechino

Il generale Li Yuchao che dirigeva l'unità della Forza...

Il Pakistan è ostaggio di se stesso, si preannunciano violenti disordini per tutto il 2023

L'arresto dell'ex primo ministro Imran Khan in un caso...

Newsletter

Meteo

Roma
nubi sparse
14.2 ° C
16.2 °
11 °
57 %
5.7kmh
40 %
Mer
14 °
Gio
15 °
Ven
17 °
Sab
21 °
Dom
25 °
Vittorio Megna
Vittorio Megna
Laureato in economia, appassionato di politica e sport, su Informazione Politica si occupa della rubrica Sport

Altri Articoli

La politica italiana alla prova delle riforme

La politica italiana dovrebbe finalmente decidere come affrontare il tema delle riforme, mai più che oggi urge una necessaria riforma del fisco, del lavoro...

Germania e Israele: Storico accordo per lo scudo missilistico dal valore di 3,5 mld

Il ministro della Difesa tedesco Boris Pistorius e il ministro della Difesa israeliano Yoav Gallant firmano uno storico accordo volto all'implementazione della sicurezza aerea...

Arabia Saudita e Israele: a pochi passi da un accordo di normalizzazione tra i due paesi

Durano ormai da mesi i tentativi di Arabia Saudita ed Israele, volti al raggiungimento di un accordo di normalizzazione delle relazioni che intercorrono tra...