Da non perdere

La politica italiana alla prova delle riforme

La politica italiana dovrebbe finalmente decidere come affrontare il...

Germania e Israele: Storico accordo per lo scudo missilistico dal valore di 3,5 mld

Il ministro della Difesa tedesco Boris Pistorius e il...

Arabia Saudita e Israele: a pochi passi da un accordo di normalizzazione tra i due paesi

Durano ormai da mesi i tentativi di Arabia Saudita...

Sondaggi politici (1-7 maggio). Il Decreto Lavoro favorisce i partiti di governo

Ecco i sondaggi della settimana. Per tenersi aggiornati sulle intenzioni di voto e capire come le mosse della politica influenzano le idee dei cittadini. Per capire, in sostanza, l’indirizzo del Paese

È lunedì. E come ogni lunedì, vi accompagniamo nella lettura e nella comprensione dei dati relativi ai sondaggi politico-elettorali pubblicato dal sito ufficiale dei Sondaggi Politici ed elettorali a cura del Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

I partiti di governo segnano un successo varando il Decreto Lavoro, nonostante le polemiche che si sono create attorno a esso, sia nel merito che nel metodo. La premier Meloni è riuscita a mantenere la promessa di cancellare il Reddito di Cittadinanza, anche se il nuovo Assegno di inclusione ricalca in molti punti la vecchia misura – e infatti le opposizioni attaccano. E un secondo successo deriva dal taglio del cuneo fiscale di ulteriori 4 punti percentuali. Certo non per tutti (per i dipendenti con reddito fino a 35.000 euro) e solo fino a dicembre 2023, ma è una misura che potrebbe portare dei benefici alle famiglie più in difficoltà. Bisognerà poi valutare come intende muoversi il governo a partire da gennaio 2024, ma è indubbio che i contenuti del Decreto Lavoro abbiano nuovamente attirato simpatie al governo.

Infatti, rispetto alla scorsa settimana, i due principale partiti di coalizione guadagnano voti: sale dello 0,1% Fratelli d’Italia e dello 0,3% la Lega, mentre Forza Italia cede lo 0,3% dei suoi elettori, con molta probabilità, ad Azione di Carlo Calenda (+0,3%). Scendono, infine, le preferenze per il Partito Democratico (-0,1) e per il Movimento 5 Stelle (-0,2%): i suoi sostenitori, forse, si aspettavano una difesa più agguerrita sui temi del lavoro, quelli che caratterizzano le battaglie dei partiti dem e progressisti.

Di seguito i sondaggi che abbiamo analizzato, seguiti dalla nostra media e dai dati sull’astensionismo, che è in lieve crescita (+0,6%).

Tecnè per RTI

Realizzato tra 27 e 28 aprile su un campione di 1.000 interviste

Termometro Politico per True Data

Realizzato tra 25 e 27 aprile su un campione di 3.900 interviste

SWG per La7

Realizzato tra 26 e 30 aprile su un campione di 1.200 interviste

Quorum per Sky TG24

Realizzato tra 26 e 27 aprile su un campione di 804 interviste

Emg Different per Rai

Realizzato il 27 aprile su un campione di 1.536 interviste

Proger IndexResearch per Piazza Pulita

Realizzato il 3 maggio su un campione di 800 interviste

Media della Redazione di Informazione Politica

Astensionismo

Il Pd, comunque, resta sopra la soglia del 20%, e ciò certifica che il lavoro svolto dalla neo-segretaria Elly Schlein è efficace. Anche se, è notizia di queste ultime ore, il senatore del Pd Carlo Cottarelli ha deciso di abbandonare il suo scranno a Palazzo Madama, in dissenso proprio con la nuova segretaria.

Articoli Recenti

La politica italiana alla prova delle riforme

La politica italiana dovrebbe finalmente decidere come affrontare il...

Germania e Israele: Storico accordo per lo scudo missilistico dal valore di 3,5 mld

Il ministro della Difesa tedesco Boris Pistorius e il...

Arabia Saudita e Israele: a pochi passi da un accordo di normalizzazione tra i due paesi

Durano ormai da mesi i tentativi di Arabia Saudita...

Russia: confermata la visita del leader nordcoreano Kim Jong Un a Mosca

Fonti ufficiali del Cremlino confermano che la visita sarebbe...

Proteste a Sweida: Il Popolo siriano, portato allo stremo, ripudia al-Assad

Le proteste continuano per una seconda settimana a Sweida,...

Il BRICS espande i propri confini ammettendo 8 nuovi membri

Il gruppo che comprende cinque principali economie emergenti: Cina,...

Guerra in Ucraina: rischio di escalation in seguito all’invio di armamenti francesi a Kyiv

Le azioni della Francia contribuiscono alla "escalation" nella guerra...

La “Triade Nucleare” in Cina è realtà, ma i dissidenti si nascondono tra i massimi vertici di Pechino

Il generale Li Yuchao che dirigeva l'unità della Forza...

Il Pakistan è ostaggio di se stesso, si preannunciano violenti disordini per tutto il 2023

L'arresto dell'ex primo ministro Imran Khan in un caso...

Newsletter

Meteo

Roma
nubi sparse
12.5 ° C
13.9 °
9.3 °
64 %
4.6kmh
40 %
Mer
13 °
Gio
15 °
Ven
17 °
Sab
21 °
Dom
25 °
Matteo Machet
Matteo Machet
Ho 31 anni e vivo a Torino, città in cui sono nato e cresciuto. Sono profondamente affascinato dal passato, tanto da prendere una laurea in storia - ambito in cui mi sto anche specializzando. Amo leggere, la cucina e la Sicilia, ma tra i miei vari interessi svetta il giornalismo: per questo scrivo articoli di storia, politica e attualità.

Altri Articoli

La politica italiana alla prova delle riforme

La politica italiana dovrebbe finalmente decidere come affrontare il tema delle riforme, mai più che oggi urge una necessaria riforma del fisco, del lavoro...

Germania e Israele: Storico accordo per lo scudo missilistico dal valore di 3,5 mld

Il ministro della Difesa tedesco Boris Pistorius e il ministro della Difesa israeliano Yoav Gallant firmano uno storico accordo volto all'implementazione della sicurezza aerea...

Arabia Saudita e Israele: a pochi passi da un accordo di normalizzazione tra i due paesi

Durano ormai da mesi i tentativi di Arabia Saudita ed Israele, volti al raggiungimento di un accordo di normalizzazione delle relazioni che intercorrono tra...